Event

Gennaro Porcelli RR Band + Delucablues & The Mad Sheeps
04
Dic
2021

Gennaro Porcelli RR Band + Delucablues & The Mad Sheeps

  • Venue:Fabrik club
  • Length:09:00 pm

Circolo Culturale – Riservato ai Soci C.S.A.I.N.
Per tesserarsi: http://www.fabrik.it/nuova-pagina-adesione/
————————————–
I concerti avranno capienza provvisoria limitata a 150 persone e si svolgeranno nel rispetto delle normative Anti-Covid in materia di concerti e musica dal vivo.
Verra’ richiesto il Green Pass.

L’uso della mascherina e’ obbligatorio finche’si sta in piedi.

E’ consigliata la prenotazione dei tavoli tramite messaggio privato sulla pagina Facebook del FABRIK o su Whatsapp al 339 681 5784

—————————————————————————————————————————————————————

Gennaro Porcelli, una delle punte di diamante della scena blues made in Italy. Chitarrista della band che accompagna Edoardo Bennato, alterna la sua attività con il noto cantautore napoletano a una serie di altre iniziative per le quali affonda totalmente le mani nel blues, la musica che lo ha forgiato.

Così sale sul palco del BB King’s di New York insieme a Jon Paris (il leggendario bassista di Johnny Winter) e Steve Holley (il batterista dei Wings di Paul MacCartney); così come quello del Bitter End, il più longevo e prestigioso club di musica dal vivo della Grande Mela e l’Harrisburg Midtown Arts Center – Stage on Herr – al fianco di Mark Epstein e Michael Noll, batterista di Jason Ricci e, degno di nota, è la sua recente esibizione live con il chitarrista texano Buddy Whittington , storico membro dei Bluesbreakers di John Mayall e con i mitici KEB MO al Teatro di Verona

Andrea Deluca un musicista polistrumentista, nato e cresciuto a Roma e da sempre specializzato nel Blues-Rock. Appartengo ad una famiglia “musicale” ed ho iniziato a suonare la chitarra all’età di 6 anni.

La mia esperienza sin da adolescente è sul campo, ho iniziato a fare concerti prestissimo crescendo e facendomi conoscere nel panorama blues della capitale.

Mio padre possiede tantissimi vinili, più di tremila. È un vero appassionato musicofilo e durante la mia infanzia e non solo, anche grazie a mia madre, cantante e chitarrista folk nei primi anni ’70, ho sempre ascoltato ottima musica con un amore speciale per quella nera.

Ho avuto la fortuna di lavorare con moltissimi musicisti della “vecchia guardia” ed è stata una grandissima scuola per me. Questo mi ha dato i numeri  per essere riconosciuto come musicista professionista sin dall’inizio e classificato come Bluesman.