Event

Safir Nou
26
Nov
2021

Safir Nou

  • Venue:Fabrik club
  • Length:10:00 pm

Circolo Culturale – Riservato ai Soci C.S.A.I.N.
Per tesserarsi: http://www.fabrik.it/nuova-pagina-adesione/
Ingresso: € 5,00
————————————–
I concerti avranno capienza provvisoria limitata a 150 persone e si svolgeranno nel rispetto delle normative Anti-Covid in materia di concerti e musica dal vivo.
Verra’ richiesto il Green Pass.

L’uso della mascherina e’ obbligatorio finche’si sta in piedi.

E’ consigliata la prenotazione dei tavoli tramite messaggio privato sulla pagina Facebook del FABRIK o su Whatsapp al 339 681 5784

———————————————————————————————————————————————————–

Tornano sul palco del Fabrik i Safir Nou, freschi di stampa con il loro nuovo album “Liminal” che porteranno live ven 26 novembre.

“Liminal è un doppio viaggio che descrive la dimensione di passaggio della condizione umana tra il “non più” e il “non ancora”. E’ un concetto applicabile a diversi campi della conoscenza, dalla psicologia (liminal thinking), all’antropologia, se non anche all’architettura e alla filosofia. In architettura è uno spazio interstiziale che si trova tra due porte, una di uscita da un luogo, e una di entrata in un altro luogo. L’essere sospeso tra un’identità precedente e un identità futura, la ricerca di una condizione altra, un sentimento non risolto, una parola non detta, il viaggio, la migrazione: tutto questo è Liminal.
Il concerto si suddivide in due parti: Capitolo 1 Waves racconta il mare quale dimensione liminale. Qui il mare diventa un rituale, un grembo che accoglie uno stato di piena libertà ma allo stesso tempo di abbandono e lontananza, uno spazio interstiziale senza meta. Questo capitolo racconta la costante ricerca della libertà, della dimensione di sospensione dell’essere, tra le onde, lungo un ambiente di passaggio. Capitolo 2 Sands racconta il deserto quale dimensione liminale. Racconta il coraggio, la fuga, la speranza di tutti i migranti. L’essere “non più” e contemporaneamente “non ancora” è ontologicamente una condizione di liminalità per il migrante. In questo caso, il viaggio è spinto dalla speranza, dalla ricerca di una condizione altra, per una meta incerta e non chiara.
Liminal è su Cd in vendita all’evento e su tutti gli store digitali

Venerdì 26 novembre l’intero lavoro sarà portato dal vivo sul palco del Fabrik.
Antonio Firinu: Chitarra classica, chitarra elettrica, composizioni;
Ivana Busu: Synth, fisarmonica;
Sergio Tifu: Violino;
Andrea Lai: Basso elettrico e contrabbasso;
Antonio Pinna: Batteria.